Parliamo del 2003, circa 15 anni fa.

Per la prima volta Consigliere della Associazione Allievi, vista la alta percentuale di lombardi ed in particolare milanesi tra i caprerini , proposi di creare una attività di deriva in Alto Lario , zona ventosa e facilmente raggiungibile da Milano. La proposta fu subito appoggiata da Oscar Godino e deliberata dal Consiglio presieduto da Felix Pasculli. Individuammo nel Camping ” La grande Quiete ” di Sorico il luogo dove cominciare l’attività che inizialmente contava due 4.20 molto usati, un laser 2 regatta in prestito e poco altro. Premetto tutto ciò perché, se dobbiamo individuare il punto di partenza dell’avventura che ci ha portato al Quadrante Lombardo così come è attualmente strutturato, quello fu davvero l’inizio. Per cinque anni infatti l’attività di ” Derive sul Lario” rimase attività di AACVC nazionale. Nel 2008 proprio il consenso ottenuto con questa attività e la formazione di un gruppo molto appassionato di allievi, ci diede lo spunto per proporre l’organizzazione di una struttura snella che potesse realizzare in modo semplice ed efficace le esigenze di navigazione dei caprerini lombardi.
Una grande festa, durante la quale una grande sottoscrizione consentì l’acquisto di un nuovo Laser Vago, suggellò la nascita della Delegazione Lombarda (evolutasi qualche anno dopo in Quadrante) e l’attività di deriva diventò parte integrante del progetto.


Le attività del Quadrante si sono completate negli anni con classiche navigazioni costiere, partecipazione ai raduni nazionali , incontri a carattere divulgativo.
L’attività di deriva negli ultimi anni è cresciuta notevolmente grazie all’impegno di numerosi soci appassionati tra cui Pierluca Bertolotto che da alcuni anni è responsabile della attività . La flotta ora è completa e dà la possibilità di utilizzare tutte le derive che i soci hanno sperimentato nei corsi del CVC. Da tre anni l’attività è locata in una attrezzatissima base nautica a Dongo presso Marvelia Skiffsailing dove, oltre alla possibilità di effettuare una buona manutenzione dei mezzi, utilizzare la struttura recettiva per intero, godiamo di un clima collaborativo unico, grazie alla professionalità ed alla simpatia dello staff ospitante sotto la guida esperta di Nicolò Cislaghi ed Armando Miraglia. L’attività sul lago si è completata inoltre con l’acquisto di un cabinato di sette metri che partecipa a regate ORC e con cui si organizzano uscite tecniche nei week-end.
La storia del Quadrante, molto sinteticamente, è questa. Come ogni bella storia ha vissuto di favorevoli coincidenze, momenti quasi miracolosi che si realizzano solo quando la passione e l’entusiasmo di tanti convergono verso un unico obiettivo.
Un grazie da parte mia a tutti quelli che hanno contribuito a realizzare questa avventura:
oscarpierlucaeleonoraselenesimonedariocorradomaxgiovannifrancosergiolucavittoriodanielagaetanoalessioandreadavidesilvanagiorgioantonio.

Arrivederci al 2023

GT